Relae – Christian Puglisi

10
Acquistalo qui!
Il libro in poche domande:

Argomento? Libro di idee.

Qualità/Prezzo? Nonostante il suo prezzo elevato (55€),  la qualità è indiscussa e ripaga il prezzo.

Cosa trovo dentro? Tante idee, altrettante ricette.

Rivolto a chi? Neo cuochi, cuochi e professionisti del settore.

Perché comprarlo? Per avere una visione fuori dagli schemi.

Lo consigli? Assolutamente sì.

Per chi volesse approfondire di più.

Christian Puglisi. Nato nell’82 a Messina, si trasferisce in Danimarca nel 1990 per poi frequentare il Danish Hospitality College e laurearsi con i massimi voti. Tra le sue esperienze, è stato un breve periodo al Taillevent, Parigi nel ’05 e El Bulli ’06. Poco dopo diventa il sous-chef al Noma di Copenaghen e lo è rimasto per 2 anni e mezzo. Nel 2010 apre il suo ristorante, Relæ.

Dopo l’apertura del Relae, ha esteso il suo ‘io’ attraverso il wine bar e cucina Manfreds, la panetteria Mirabelle, la pizzeria (e non solo) Baest e, infine, nel 2016 il bar d’aperitivo Rudo.

L’anima di Christian Puglisi si trasferisce nel suo primo libro editoriale. Un libro fondato sulla sua linea di pensiero, che va di pari passo con quello eseguito nei suoi ristoranti. Etica, creatività, libertà schematica e senso del pericolo, queste saranno le linee guida che vi seguiranno lungo il libro di Puglisi. Una lettura unica nel suo genere, dove lo chef apre le porte del suo linguaggio e del suo pensiero.

Un tomo di oltre 400 pagine racchiuso in 3 capitoli, dove ognuno di essi porta con sé differenti tematiche.

Il primo capitolo racchiude la vita di Puglisi e tutto il flusso che lo ha portato a scrivere il libro. In questa sezione sono racchiusi i momenti più riflessivi che hanno portato alla concezione del Relae. Christian parlerà della sua relazione con la cittadina di Jaegersborggade, della creazione del suo staff e del suo rapporto con la natura.

Capitolo 2. Le idee sul piatto.  Il processo creativo espresso tramite una vasta gamma di argomenti comprensivi di ingredienti, tecniche, teorie e filosofia. Ogni categoria, come per esempio ‘Liquidi’ o ‘Animali’ verrà abbinata ad un colore visibile sul margine destro del libro. Alcune schede parleranno dei prodotti che Puglisi predilige e che impiega nei suoi locali in modo innovativo; altre schede, invece, analizzano passo dopo passo i procedimenti applicati agli ingredienti.

Capitolo 3. Piatti. I piatti che più rappresentano le idee e le teorie spiegate precedentemente, raccontate passo dopo passo. In questa sezione, i piatti vengono presentati nello stesso modo in cui essi vengono serviti al ristorante. Si parte dunque dagli snack, si prosegue con gli aperitivi per vegetariani e onnivori, muovendosi verso i secondi e le portate principali per poi finire con i formaggi e dessert.

Relae è stato il libro di debutto di Puglisi. Un volume unico nel suo genere, ricco di creatività, libero dalle linee guida dei semplici ricettari di cucina. Relae è esattamente quello che non è un libro di cucina standard, infatti nel suo genere è anticonformista. Un libro che non regala ricette, ma idee che si trasformano in ingredienti. Ogni argomento è collegato ad un suo piatto servito al Relae. E’ un libro di libera lettura, dove, oltre il capitolo 1, non c’è un pattern da seguire. Un libro dotato anche di un grande reparto fotografico firmato Per-Anders Jorgensen.

10
Un’esperienza che passa per la sfera personale di Puglisi e arriva quasi verso il saggio filosofico. Il volume da me preferito nella mia personale collezione. Un nuovo modo di vedere i libri di cucina. Un nuovo modo di raccontare le ricette. Immedesimatevi in Puglisi e nei sui piatti con Relae. Un libro che consiglio!
Acquistalo qui!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *