Tokyo – le ricette di culto

Il libro in poche risposte.
  • Consigliato? Sì, se amate la cucina giapponese nelle sue sfumature.
  • Qualità/Prezzo? A livello di quantità e qualità di ricette assolutamente sì,ma c’è da dire che il prezzo (25€) non è proprio basso.
  • Le ricette valgono l’acquisto? Sì. I dosaggi funzionano perfettamente, testati di persona.
  • Tipologia? Ricette di cucina tradizionale giapponese, quella casalinga.
  • Dettagliato? Sì, non nel senso di scientificità o complessità, ma di interesse.
  • Veritiero? Assolutamente. Da Tokyo con furore.
  • Varietà? Molto variegato, esplora le ricette dalla sveglia sino al dopo cena.
  • Sushi?  Se cerchi un libro sul sushi non è questo.
Se volete approfondire di più.

Siete innamorati della cucina Giapponese, ma siete stanchi degli all you can eat? Volete mettervi voi con le mani in pasta? Oppure desiderate vivere un’intera giornata culinaria dalla colazione alla cena come se foste a Tokyo?Il volume Tokyo- Le ricette di culto, è il libro adatto per scoprire come.

Maori Murota, nasce a Tokyo e a 17 anni si sposta a vivere a New York, per poi muoversi in Indonesia ed infine nel 2003 stabilirsi in tutto e per tutto a Parigi. Dopo esser stata una stilista, nel 2009 lascia il mondo della moda e si dedica alla cucina. Da autodidatta diventa chef di Duo e di Bento La Conserverie. Oggigiorno oltre a curarsi di catering e cucina a domicilio, tiene corsi di cucina ispirati alla cucina casalinga giapponese.

Molto spesso si confonde la cucina giapponese con le altre cucine asiatiche, ma soprattutto la si delinea nelle parole: sushi e ramen. Se fosse così sarebbe difficile arrivare a 257 pagine di ricette, no? Eppure questo libro le riempi tutte, possibile? Si e con una varietà da capogiro.

Il contenuto

Le ricette vengono suddivise in 6 capitoli, ognuno di essi con la denominazione giapponese riguardante il determinato momento della giornata in cui può avvenire un pasto.

Ogni capitolo avrà una piccola spiegazione di cosa accada in quel momento, quali sono gli ingredienti che la fanno da padrona, spiegandone l’uso singolo e poi l’applicazione nelle ricette.

Iniziamo. La colazione (Asa Teishoku) non è di certo il nostro tipico cornetto e cappuccino, ma una fumante ciotola di riso e dashi.

Quali sono i segreti che si celano dietro la lavorazione del riso? Come si prepara il brodo dashi? Cos’è il miso? E poi tutta una serie di ricette come il natto di fagioli, il tofu fresco o la famosa omelette arrotolata.

Dalla colazione si balza al pranzo (Ohiru), dai semplici spaghetti(eh si anche loro li fanno), alle varietà di soba o udon fino alle loro diverse diramazioni. Un capitolo bello grande che spazia anche sui gamberi in tempura, ai panini con il pollo teriyaki e tutto condito con dei bellissimi scatti, come attimi di quotidianità nel momento in cui vengono lavorati i soba o fotografie dei vari shop di piatti finiti da esporre nei ristoranti.

Si stacca dal capitolo precedente, ma di cui fa pienamente parte, vi è il Bento a cui non si può dedicare un capitolo a parte. Tipico degli anime e dei manga o delle immagini dei pic nic sotto gli alberi in fiori di ciliegio, i bento sono un mix di proteine, verdure fresche e riso, tutto confezionato in unico box. E’ il pranzo dei lavoratori e studenti e perché no, magari anche il vostro prossimo. Volete sapere come prepararne uno? Non vi resta che comprare il libro.

Si è fatto pomeriggio e dopo i compiti è tempo della merenda, dal gusto dolce che spazia tra i pancakes farciti (Dorayaki) ai dolcetti di riso (Daifuku-mochi) e cake arrotolati (Roll-cake). Una sfilza di ricette di tutti i tipi.

Più tardi, invece, ci sono i lavoratori che finita la giornata lavorativa si gettano a capofitto negli izakaya, i locali, che a farla breve, sono come i tapas bar. Presenti qui ricette rapide e facili, come il pollo fritto, gli edame o una fresca insalata di daikon o delle buonissime polpette di pollo.

Nel capitolo finale si torna a casa, con le gambe sotto la tavola e la cena pronta, fatta dall’autentica cucina casalinga (Uchishoku). Si iniziano con i gyoza di maiale, del maiale saltato e si arriva agli involtini di verza o del sashimi.

Infine una piccola parte extra di immagini esplicative coadiuvata da varie nomenclature delle attrezzature o degli alimenti più tipici; il tutto termina con una manciata di ricette base.

8.5
Se siete appassionati della cucina giapponese, questo libro è veramente interessante.Un libro ben curato sia dal lato della scrittura che dal lato estetico; bellissima la copertina, fantastiche le foto che accompagnano le ricette o i momenti di spiegazione. Un volume che si concentra sulla cucina casalinga originale giapponese, quella tradizionale, alla portata di tutti e per tutti. Un viaggio nella Tokyo gastronomica fatta di ricette, ed ottimo acquisto per chi ama questo genere di cultura e vuole coprire la propria casa di profumi orientali.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *